ED ORA L'INFERNO
   

 

Il Lago dell'Inferno (mt. 2085) si trova a nord del Pizzo Tre Signori, tra il Pizzo Varrone e il Pizzo di Trona, nei pressi del confine tra le provincie di Sondrio, Lecco e Bergamo. Dal 1944 il lago è diventato una diga (capacità 4,2 milioni di metri cubi d'acqua). Dell'Inferno prima lago e diga dopo esistono numerose cartoline.

 

Davanti: Lago dell'Inferno (m. 2115) nella Valle omonima In fondo monte Melaccio (m. 2462)

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata – timbro luogo e data non leggibili

Editore: Tip. G. Magni - Lecco

Note: (18.5.1920)

Davanti: LAGO D'INFERNO, m. 2200 s/m, ore 3 da Gerola

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Foto Luigi Pasina - Gerola Alta

Davanti: LAGO D'INFERNO e PIZZO TRE SIGNORI (Val Gerola)

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Gerola Alta 5.8.32

Editore: EDIZIONE GRECO ELVIRA- MORBEGNO

Davanti: IL LAGO D'INFERNO (m. 2125)

Retro: COLONIA ALPINA CASA PIO XI ALLA BOCCHETTA DI TRONA

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Premana 17.8.1930

Editore: editore non presente

Note: timbro Casa Pio XI Bocchetta di Trona (m. 2092) PREMANA (Valsassina)

Davanti: LAGO D'INFERNO (m. 2125)

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Introbio - data 13.8.25 - timbro Arizzano Alta - data 20.8.25

Editore: nessun editore presente

Note: timbro CASA PIO X AL ZUCCO DI COBBIO m. 1750 INTROBIO Prov. Di Como

 

Curiosa questa novella che ho trovato sul sito www.valsassinacultura.it.
E' stata scritta negli anni venti dal professor Umberto Dell’Acqua e pubblicata allora dal giornale L’Italia. Dell’Acqua era ospite della Casa Pio XI.

La leggenda del Lago d'Inferno - Erano ancora quei beati tempi in cui le nostre montagne vedevano passeggiare e vivere tra i dirupi i Santi Romiti, compreso Trona nell’alta Valsassina. Questi Santi sarebbero rimasti sconosciuti se non avesse pensato il diavolo ad andare a tormentarli con le sue astuzie. Ma i Santi sono i Santi e il diavolo è il diavolo. Trona l’attendeva per la vicina estate, perché l’aquila aveva spiccato un gran volo ed era venuta ad avvisare il Santo che il demonio scendeva scornato ed arrabbiato per la Val Masino e stava risalendo la Valle del Bitto. I Santi allora parlavano con gli uccelli e quando Trona udì della venuta di satanasso non si spaventò ma, fidando in Dio, ebbe su per giù questo pensiero: dev’essere un diavolo poeta costui, se ama passeggiare tra queste montagne così belle.
E messer satanasso, preceduto da un temporale e da un saettare mai visto, giunse ai primi pascoli. Quei fulmini, pensavano i vecchi, non avevano mai puzzato di zolfo come in quei giorni: brutto segno. E il brutto segno venne. Il diavolo, di notte, assaliva l’alpe e buttava terra nei calderoni dove il latte bolliva per essere formaggio. Di notte le vacche cozzavano o fuggivano come inseguite da una muta di cani. Durò tutto il tempo dell’alpe giù al Varrone. Poi vi nevicò sopra e, venuta l’estate, il demonio ridiscese per ricominciare il gioco.
Questa volta i pastori con vacche, asini, calderoni e tende se ne tornarono su alla bocchetta dove Trona li attendeva. Quando Trona li scorse, scese loro incontro: «La pace dei figli di Dio sia sempre con voi». «E così sia – risposero i vecchi – così sia se satanasso non ci danneggiasse i formaggi e non facesse venire la mattana alle nostre vacche. Dacchè quello s’è ficcato tra noi, latte più non se ne cava dalle nostre bestie e senza latte i figli e le donne non ci campano».
«Figli, lo so – e si toccava lui pure la bianca barba, triste e pensieroso – lo so del male che vi reca, delle bestie zoppate e di quelle cadute, dei formaggi cagliati e di quelli muffiti, ma voi, figli della montagna, avete fede in Dio?»
I vecchi, che sfiduciati riguardavano a valle, s’ersero contro il soffiar del vento e fissarono i loro occhi lucenti ed azzurri in quelli del Santo. «Se avete fede – egli continuò – se avete fede, nel nome di Dio, Trona combatterà per voi e per i vostri figli».
Gli uomini ridiscesero sperando. Le donne quella notte accesero alla nuova alpe i lumi. Quando si levarono all’alba mirare le Alpi vicine, tutte intrise di rosso per il sole che nasceva, videro Trona, con il suo bastone di pellegrino, camminare tra i dirupi verso il Pizzo Varrone dove s’era annidato il demonio. Un nuvolo di falchi si levò sciamando al suo passaggio e la sorgente fu punta dal primo raggio e cantò garrula correndo a valle tra pastori e vacche.
La lotta fu dura. Satanasso dalla cima scaraventava sassi e macigni sul santo. I pastori, nascosti tra gli anfratti, assistevano pregando, quando improvviso un boato lacerò l’aria e fu tutta la montagna avvolta in un polverio. Il Santo aveva inciso sul lastrone del Varrone una croce, questo si spaccò a mezzo ed il demonio precipitò a valle trascinando con sé l’ultimo calderone rubato all’alpe. Fu un puzzo tale di zolfo che mai s’era annusato. Ma più terribile fu la caduta. Dove satanasso sprofondò si formò una buca e siccome pioveva e pioveva si colmò d’acqua e vi nacque un lago.
Andate lassù e troverete il Varrone squarciato ed ai suoi piedi il lago che non poteva essere chiamato che lago d’Inferno. Ma il monte del Santo è là a vigilare e ad ogni estate fiorisce di stelle candide e vellutate. In certe giornate di bufera l’acqua del lago ribolle. Dicono che sia satanasso con il suo calderone e che non possa sopportare la vista del monte che dal Santo prese il nome di Trona.

 

Davanti: Dintorni di Morbegno – Lago d'Inferno sopra Gerola

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Morbegno - data 8.12.24

Editore: Ed. Rocca Giuseppe - Morbegno

Davanti: RIFLESSI SUL LAGO D'INFERNO E PIZZO DEI TRE SIGNORI

Retro: COLONIA ALPINA CASA PIO XI ALLA BOCCHETTA DI TRONA (m. 2092)

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: editore non presente

Note: timbro Casa Pio XI Bocchetta di Trona (m. 2092) PREMANA (Valsassina)

Davanti: LAGO D'INFERNO

Retro: CASA PIO X – m. 1775 – INTROBIO Lago D'Inferno

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Introbio - data 10.8.37

Editore: editore non presente

Note: timbro CASA PIO X INTROBIO

Davanti: LAGO D'INFERNO (m. 2253)

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Margno - data 29.7.1935

Editore: Ediz. Colzani - Lecco

Davanti: REGIONE PIZZO TRE SIGNORI - LAGO D'INFERNO m. 2125

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Foto Bellomi

Davanti: Vasti nevai in Val d'Inferno e lago m. 2200

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Mess. Sondrio-Milano - data 16.8.1947

Editore: Foto Luigi Pasina - Gerola Alta

Davanti: Alta Valsassina - Lago d'Inferno (m. 2125) Limpido Specchio

Retro: Serie Monti e Laghi pittoreschi

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Castello sopra Lecco - T mancata affrancatura - data 26.8.26

Editore: edit. Paolo Dolci - Novara

Davanti: VALSASSINA - Lago dell'Inferno m 2000 Sorriso Azzurro

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Ed. Paolo Dolci - Novara

 

Una delle particolarità delle cartoline di montagna è la poca certezza delle altezze. Prendiamo quale esempio le cartoline realizzate in circa cinquant’anni e con immagine il Lago d’Inferno. Ecco che i numeri spaziano tra 2.020 a 2.253 metri di dislivello, più di 200 metri di diversità, con ben otto valori diversi.
E’ vero che a giustificazione di tutte queste differenze dobbiamo segnalare che la maggior parte delle cartoline vedono ancora il lago d’Inferno nella sua naturalità ed è quindi da capire se mai qualcuno abbia fatto una precisa rilevazione in loco.
Il GPS allora non c’era. Inoltre le cartoline sono state realizzate da editori locali e non. E' probabile che abbiano acquisito questo valore da testi differenti. Detto questo alla realizzazione della diga, le cartoline hanno iniziato ad allinearsi a 2.100 metri con poche varianti.

 

Davanti: VALTELLINA PITTORESCA – Il lago Inferno m. 2125 – Verso il Pizzo dei Tre Signori

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata

timbro Pedesina

data 31.8.1953

Editore: Foto Barbieri

Davanti: Dintorni CASA PIO XI

Retro: Dintorni CASA PIO XI Pizzi:Tre Signori 2554 – Trona 2508 –Varrone 2332 – Melaccio 2462- Tronella 2514 Laghi: Inferno e della Trota

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Premana - data 22.8.35

Editore: FOTO DOLCI

Note: immagine colorata – timbro ANTICA TRATTORIA DELLA ?? PREMANA

Davanti: Regione Pizzo Tre Signori – Lago d'Inferno m. 2051 con Alpi Valtellinesi

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Taceno - data 7.7.1952

Editore: Foto Ediz. P.D.N

Davanti: Regione Pizzo Tre Signori Silenzio, sogno

Retro: Regione Pizzo Tre Signori Lago Inferno con vista dele Alpi Valtellinesi

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Erba - data 12.8.1947

Editore: Foto ediz. Dolci - Novara

Note: timbro CENTRO ALPINISTICO ITALIANO SEZIONE DI LECCO RIFUGIO BOCCA DI BIANDINO (m. 1500) PIANI DI BIANDINO PIZZO TRE SIGNORI (PREALPI LOMBARDE)

Davanti: nessuna scritta

Retro: Regione Pizzo Tre Signori – Lago Inferno (m.2125) con vista Alpi Valtellinesi

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Foto Ediz. P.D.N

Davanti: nessuna scritta

Retro: Regione Pizzo Tre Signori – Lago Inferno m. 2051 con vista Alpi Valtellinesi

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Barzio - data 30.8.1954

Editore: D.P.N.

Note: immagine colorata

 

Abbiamo citato diversi percorsi di marcia in montagna. Questo che passa vicino al lago d'Inferno è sicuramente impegnativo. Ecco l'articolo del Corriere della Sera del 24 giugno 1901 che ne parla: Audax alpinistico - Sotto questa denominazone la Società turisti di montagna di Milano indice pel giorno 29 corrente una marcia di resistenza in montagna di 36 ore sul tragitto Morbegno, Lago e Passo d'Inferno, Pian di Bobbio, Colmine S.Pietro, Morterone, Pertusio, M. Albensa e Bergamo. Gli alpinisti che compiranno l'intero percorso nel tempo stabilito di 36 ore, saranno dichiarati "campioni di resistenza alpinistica pel 1901". La marcia, che sarà divisa in sei categorie per gli alpinisti meno forti, verrà diretta dal signor Giulio Clerici coadiuvato dai signori Senici Arnaldo e De Maria Cesare, appartenenti alla Società turisti di montagna.

 

Davanti: nessuna scritta

Retro: Zona Pizzo Tre Signori – Lago d'Inferno (m. 2125)

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Foto Bellomi

Davanti: LAGO D'INFERNO m. 2125, sopra Gerola

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Foto L. Pasina - Gerola Alta

Davanti: Regione Pizzo Tre Signori: LAGO d'INFERNO

Retro: SOCIETA' ESCURSIONISTI LECCHESI - LECCO Piazza XX Settembre Rif. GRASSI m. 2000 - Passo Camisolo Da Lecco auto Introbio Mulattiera ore 2 a Biandino " " ore 1 a Rif. Grassi Indirizzo Postale: Custode Rif. Grassi - Introbio

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Introbio - data 31.7.64

Editore: Ediz. S.E.L. Neg. Bellomi

Note: timbro RIFUGIO ALBERTO GRASSI CAMISOLO m.2000

Davanti: Il Lago d'Inferno con Pizzo Varrone e M. Melaccio Lago d'Inferno tu hai colori di Paradiso. (Pina Ballario)

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Introbio - data 6.8.1962

Editore: Foto Bellomi - Ediz. Dolci - Novara

Note: timbro Casa Pio X° BIANDINO (INTROBIO)

Davanti: Alta Valsassina pittoresca - Lago dell'Inferno con sfondo la catena del Bernina

Retro: Ai piedi un laghetto dalle acque limpide e nere, lontane le grandi Alpi che frastagliano il velo azzurro dei cieli, coi loro bianchi dentelli.

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Introbio - data 3.?.3?

Editore: Ediz. Paolo Dolci - Novara

Note: immagine colorata

Davanti: nessuna scritta

Retro: Regione Pizzo Tre Signori - Lago d'Inferno nello sfondo il Pizzo Tre Signori

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Fototipia VIS - Via Solferino 7, Milano

Note: timbro Alpes du Bergamasque Alpes Orobiennes (Valteline)

Davanti: LAGO D'INFERNO E PIZZO DEI TRE SIGNORI

Retro: COLONIA ALPINA CASA PIO XI ALLA BOCCHETTA DI TRONA

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Premana - data 20.7.1935

Editore: TIP. L'INIZIALE - MILANO

Davanti: LAGO D'INFERNO (m. 2125)

Retro: COLONIA ALPINA CASA PIO XI ALLA BOCCHETTA DI TRONA (m. 2092)

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: editore non presente

Note: timbro Casa Pio XI Bocchetta di Trona (m. 2092) PREMANA (Valsassina)

Davanti: ALTA VALSASSINA - Il Lago d'Inferno, m. 2253 - Nello sfondo le Alpi Retiche

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Casargo - data 15.8.1936

Editore: Ediz. Colzani - Lecco

Davanti: LAGO D'INFERNO (m. 2253) – collo sfondo del Melaccio

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Ediz. Colzani - Lecco

Davanti: Valsassina - Lago d'Inverno e Tre Signori m. 2554

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina scritta ma non viaggiata

Editore: Foto edizioni Valsassinesi foto camoscio

Note: timbro RIFUGIO S. RITA PASSO CROCE DEI TRE mt. 1986

Davanti: Lago d'INFERNO sotto Pizzo TRE SIGNORI affluente dell'Adda

Retro: Serie artistica “Il Bel Paese” – LAGHI ALPINI

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Foto Gorla- A. 1944

Davanti: La Diga del lago d'Inferno m. 2100

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Amb. Sondrio – Milano - data 6.7.1961

Editore: Ed. F.D.

Note: timbro CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI DERVIO Sottosezione di Premana Rifugio “Forni di Trona” (m.1200)

Davanti: Val Gerola m. 2100 - La diga del Lago d'Inferno

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Rovagnate - data 19.7.1951 - timbro Taceno - data non leggibile

Editore: Foto Ediz. F.D.

Davanti: Lago d'Inferno – tra il Pizzo di Trona m. 2020 e Tre Signori

Retro: nessuna scritta

Spedizione: timbro e data non leggibili

Editore: Ediz. D.T.M.

Note: data scritta 8.8.58

Davanti: Val Gerola – Il lago d'Inferno m. 2100

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Gerola Alta - data 3.8.1966

Editore: Foto Ediz. F. Denti

Note: timbro ALBERGO PESCEGALLO Propr Emilio e Aldo Ruffoni GEROLA FENILE (So) mt. 1300 s.m. TELEF, 6503

Davanti: Val Gerola - Il Lago d'Inferno e le Alpi Valtellinesi con il Monte Disgrazia

Retro: Zona Pizzo Tre Signori – Lago Inferno (m.2125)

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Gerola Alta - data 14.8.1959 - timbro Chiuro - data 15.8.1959

Editore: Ed. Foto Petrelli - Morbegno

Davanti: Il Lago d'Inferno m. 2100 (Pizzo dei Tre Signori)

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: Ediz. F.D.

Davanti: Lago d'Inferno (2129)

Retro: nessuna scritta

Spedizione: cartolina non viaggiata

Editore: F.C.A. – Barzio

Davanti: nessuna scritta

Retro: Pian delle Betulle Val Gerola – Il Lago d'Inferno (m.2100)

Spedizione: cartolina viaggiata - timbro Premana - data 10.7.1962

Editore: P. d. B. 6 Foto Ediz. F. D.